Dott.ssa Elisa Benedetti

Osteopatia, maternità, nascita e bambino

La maternità e la paternità sono un periodo intenso nella vita di una persona che richiede a volte di essere accompagnato nel formarsi di nuovi equilibri. Non c’è un manuale da seguire che ci dia le risposte. Ci si conosce strada facendo, rimanendo in contatto con il sentire profondo. Persone esperte permettono di riconoscersi e confrontarsi sui temi della genitorialità e sostengono il benessere fisico ed emotivo dei genitori e del bambino, secondo Natura: piccoli che crescono portati in fascia, allattati, amati nello sguardo, nella voce, cuore a cuore, già in pancia e anche fuori dal pancione.

Durante la gravidanza il corpo incontra una fisiologica trasformazione, il bacino e la colonna si adattano nei mesi alla crescita del piccolo, lo accolgono. Il diametro superiore della pelvi si apre, la colonna accentua la curva lombare. Compaiono a volte dolore cervicale, dorsale, lombare, sacro-iliaco e sciaticale che possono essere trattati durante la gestazione con tecniche dolci. E’ importante liberare i tessuti anche per lasciare il più possibile libero l’appoggio della testolina del feto che è estremamente mobile e deformabile e che soprattutto negli ultimi mesi è a contatto con la parte ossea della mamma.

In preparazione al parto si aiuta il corpo a ritrovare il più possibile la mobilità necessaria al momento in cui la pelvi si apre e si ha la fase dilatativa ed espulsiva. E’ utile nei mesi eseguire il massaggio del perineo per mantenere le fibre morbide ed elastiche e prepararsi con la ginnastica a percepire bene la zona. Nel parto il cranio del bambino ha una forte compressione, fisiologicamente le ossa del cranio si accavallano, e poi, una volta nato, sono soggette ad una grande espansione.

Nel post parto ci si occupa totalmente dei bisogni del nuovo nato, nei mesi di questa grande cura si possono accusare dolori al rachide (lombare, dorsale, cervicale). E’ utile imparare a proteggere la parete addominale che durante la gravidanza si è allungata e che a lungo mantiene la diastasi dei retti. Gli addominali e il diaframma esercitano sforzi sul perineo, vanno educati per lavorare in sinergia ad esso, anche per lavorare sull’incontinenza che a volte permane.
Nel neonato si può con l’osteopatia e il massaggio neonatale liberare le suture tra le ossa del cranio e dare loro libertà di crescere in armonia. Dare simmetria alla forma della testa e del viso, previene o accompagna problemi visivi, di udito, di occlusione, digestivi, di postura. Sono tecniche dolci adatte in caso di reflusso, coliche, torcicollo, chiusura del canale lacrimale, plagiocefalia, libera e riequilibra il bacino, le anche, gli arti superiori, quando il bambino ha una posizione preferenziale.