Dott.ssa Elisa Benedetti

Osteopatia

 

Osteopatia

 

L’Osteopatia


L’osteopatia è un approccio al corpo a vari livelli, che mette in relazione gli elementi che agiscono sul sistema e gli elementi interni allo stesso. Valuta come si organizzano i compensi posturali che portano al sintomo doloroso in una visione integrata. Quindi tiene conto della relazione tra i sistemi muscoloscheletrico, viscerale, ormonale, nervoso, circolatorio e dei recettori posturali del piede, della vista, dell’ occlusione, del vestibolo, del sistema miofasciale e articolare.





I principi


E’ un approccio di diagnosi e terapia che si fonda su alcuni principi.

Il corpo è un’unità che mantiene l’omeostasi e possiede meccanismi di autoregolazione e autoguarigione. Il movimento dei fluidi del corpo è essenziale alla salute ed e’ regolato dal Sistema Nervoso Autonomo.
La struttura e la funzione sono reciprocamente interconnesse. Ci sono componenti somatiche della malattia che sono manifestazioni della malattia.

 

 



La facilitazione midollare


Un concetto su cui si basa il trattamento della disfunzione somatica è la “facilitazione midollare”. Un pool di motoneuroni in uno o vari segmenti midollari sono mantenuti in uno stato di eccitazione totale o parziale da un numero di afferenze aumentate o protratte nel tempo.

E’ perciò sufficiente un minor numero di stimoli per produrre una scarica di impulsi. Questo sistema è sostenuto dal Sistema Nervoso Centrale. Ciò comporta un aumento di tono delle fibre muscolari, sia lisce che striate, la modifica morfologica, chimica e metabolica delle stesse e uno stato di irritazione cronica delle fibre.
La soglia di percezione del dolore diminuisce per facilitazione delle vie spinotalamiche. La facilitazione dà simpaticotonia. Si deduce la relazione metamerica tra vertebra, muscolo, organo, vaso, nervo,… e quindi come il trattamento di ognuna delle componenti sia correlata all’altra.